Home Page
Consultazione
Ricerca per categorie
Ricerca opere
Ricerca produzioni
Ricerca allestimenti
Compagnia virtuale
Servizio
Informazioni e FAQ
Condizioni del servizio
Manuale on-line
Assistenza
Abbonamento
Registrazione
Listino dei servizi
Area pagamenti
Situazione contabile


Visualizzazione opere

L'histoire du Soldat
Atto unico di Charles-Ferdinand Ramuz
Musica di Igor Stravinskij 1882-1971
Prima rappresentazione: Lausanne, Casino-Théatre 29 settembre 1918

Personaggi
Vocalità
La princesse
Mimo
Le diable
Recitante
Le lecteur
Recitante
Le soldat
Recitante
Note
L’Histoire du soldat fu composta da Stravinskij nel 1918 su un soggetto del poeta svizzero Charles-Ferdinand Ramuz, ispirato ad un racconto di Aleksandr Afanasjev.
Un soldato cede al diavolo il suo violino in cambio di un libro che contiene le risposte a qualsiasi domanda.
Nata per l’esigenza di costituire – in tempo di guerra – un teatro itinerante e povero, l’opera fu scritta per sette strumenti, due attori, due ballerini e un recitante.
Dagli undici "tempi" musicali che costellano l’azione, Stravinskij stesso ha tratto, nel 1919, un trio in cinque movimenti.
Sia l’argomento sia lo stile musicale hanno carattere eclettico e cosmopolitico: ragtime nordamericano, valzer viennese, tango argentino si affiancano al motivo che simboleggia il soldato, l’unico a conservare una intonazione russa.
La peculiare vitalità ritmica e percussiva, sottoposta ad un pervasivo trattamento polimetrico, culmina nella danza finale, nella quale il diavolo, sopraffatto, soccombe. Ma la vicenda, nella versione originaria, si conclude con la sua vittoria sull’anima perduta del soldato.

Fonte: Dipartimento di Musica e Spettacolo dell'Università degli Studi di Bologna


Credits - Condizioni del servizio - Press Room - Pubblicità